10 VOLTE GRAZIE GRANDE CAPITANO

APPROVATA LA DELIBERA PER IL NUOVO STADIO DELL’ AS ROMA
7 giugno 2017
atalanta roma 0-1 risultato partita campionato 2017
ATALANTA ROMA 0-1: BUONA LA PRIMA!
21 agosto 2017

10 VOLTE GRAZIE GRANDE CAPITANO

28 maggio 2017, il toccante saluto di Francesco Totti alla sua Roma, in uno Stadio Olimpico stracolmo e commosso, ha letteralmente fatto il giro del mondo.

Sulla grandezza calcistica di Francesco Totti è già stato detto e scritto tutto, citando record e gol memorabili. Così come sono già stati versati “fiumi d’inchiostro” sull’ineguagliabilità della sua carriera e del valore che ha assunto per la città di Roma e per i tifosi romanisti. Non vogliamo quindi soffermarci anche noi su questi temi, ma vogliamo spostare l’attenzione su altri aspetti che riteniamo meritevoli di essere sottolineati.

L’emozionante dopo partita di Roma – Genoa ci era parso un momento quasi “intimo e privato”, tra noi tifosi GialloRossi e il nostro grande Capitano. Soltanto nei giorni immediatamente successivi ci siamo resi conto che invece, non solo i tifosi avversari e i più grandi calciatori di tutti i tempi, ma tutto il mondo dello sport si è soffermato su quelle immagini con un filo di tristezza. Già, perchè le Leggende, quelle vere e cristalline, vanno ben al di là dei colori e delle bandiere, ma entrano nel cuore di tutti. Dal ragazzino che muove i primi passi in un campo di calcio, a chi invece il calcio lo segue di rado, magari solo quando “gioca l’Italia”. Il fatto è che se il congedo agonistico di un tale campione riesce ad emozionare così tante persone, allora significa che la purezza e l’autenticità di certi valori, spesso portati avanti con ostinazione nonostante tutt’intorno girasse per il verso opposto, sono giunte proprio a tutti. Perfino Valentino Rossi, molto probabilmente destinato ad un congedo simile, ha voluto omaggiare la carriera di Francesco Totti, realizzando un casco speciale per la gara di casa al Mugello.

Queste sono le circostanze in cui ci si rende conto che si è difronte a qualcosa di diverso, non confinabile al mondo del calcio e dello sport in generale. Francesco, non ha semplicemente incantato e stupito con i suoi splendidi gol e con le sue strabilianti giocate, che tra l’altro hanno fatto alzare in piedi anche tutto il Bernabeu, ma ha saputo issarsi a esempio da seguire dentro e fuori dal rettangolo di gioco, diventando inoltre vero e proprio simbolo dell’amore e della fedeltà che uno sportivo può nutrire per la propria Maglia e per i propri colori.

è per tutti questi motivi che vogliamo ringraziare il Nostro Grande Capitano. Lo ringraziamo per averci fatto sognare con la sua immensa classe, per averci stupito con genialità, estro e fantasia, per averci entusiasmato con la sua grinta e senso d’appatenenza. Ma soprattutto lo ringraziamo per aver saputo affrontare ogni circostanza con umiltà, professionalità e grande umanità. Grazie, dunque, per averci regalato una splendida storia da raccontare e che siamo certi sarà un grandissimo esempio per le future generazioni di sportivi. Grazie di tutto Francesco.

Lascia un commento